Seleziona una pagina

L’epilazione laser a diodo è una tecnologia basata sulla dinamica selettiva di luce e calore e utilizzata per il trattamento viso e il trattamento corpo.

Nell’articolo di oggi, vi parlerò dell’epilazione laser a diodo: come funziona e a chi è consigliato.

Epilazione laser a diodo: come funziona

Il Diodo Laser è un’apparecchiatura formata da due parti: il corpo e il manipolo.

Il corpo è la parte più grande, da cui è possibile controllare il livello dell’acqua di raffreddamento, aumentare o diminuire la potenza del laser e settare tutti i livelli.

All’interno del manipolo, invece, è contenuto il diodo, un componente elettronico che permette di condurre luce e calore al bulbo e lo distrugge.

L’apparecchiatura a laser utilizza una lunghezza d’onda di 808 nm, particolarmente efficiente sui melanociti dei follicoli piliferi.

La rimozione permanente dei peli si ottiene grazie al danneggiamento irreversibile del follicolo, che sparisce dopo un periodo di tempo e grazie a processi fisiologici naturali.

La luce emanata durante questo processo risulta inoffensiva per la pelle e per le sue strutture ma viene assorbita selettivamente dal follicolo pilifero, disattivandolo.

Il bersaglio del laser è la melanina, una proteina che viene utilizzata dall’organismo come pigmento che colora la pelle e gli annessi cutanei, come i peli. I follicoli che sono nella fase di crescita  hanno melanina in maggiori quantità e possono assorbire l’energia che proviene dal laser.

L’energia del laser danneggia il follicolo e altera la capacità del tessuto di svilupparne altri. Col tempo i peli cadranno e la crescita di quelli nuovi sarà rallentata fino alla progressiva scomparsa.

Fasi pre e post Trattamento

  • PRIMA del trattamento – Nelle due settimane che precedono il trattamento, è necessario depilare la zona da trattare. Non bisogna prendere il sole o fare sedute con lettini/lampade abbronzanti nei 3 giorni che precedono della seduta.
  • POST – Una volta finito il trattamento si potrebbe provare una sensazione di calore e rossore nella zona trattata che può durare un paio di giorni.

Durante i tre giorni successivi al trattamento è sconsigliato esporsi ai raggi UV.

I vantaggi del diodo laser

L’epilazione laser al diodo, oltre ad essere indolore, provoca fotosensibilizzazione acuta. Può essere utilizzata anche su individui con carnagioni molto chiare o molto scure. Il trattamento favorisce una riduzione della quantità di peli e una ricrescita lenta, se non addirittura inesistente, grazie all’eliminazione del bulbo pilifero.

Per maggiori informazioni contatta Eliana Lanza specialista in Chirurgia e Medicina Estetica.